Annunci

Tim Berners-Lee on the next Web

Ogigrazie al blog spaziogis, sono arriavto anch’io ad ascoltare iltalk di tim Burners lee al TED2009 dove si parla di Linked Data.

E’ interessante la sensazione che ti viee ascoltandolo, non ti dici: “questo è un tizio fuori dal comune,  vive nel mondo dei sogni..” ma ti accorgi che “questo è il futuro e questo è quello che crea sviluppo, a patto che sappiamo cambiare il nostor modello di businnes…”

Siamo pronti per chieder i dati?

Tim Berners-Lee on the next Web – 20 Translation(s) | dotSUB.

Annunci

Esserci, un po’ più 2.0, un po’ meno lenti…

Hello world,
l’esperienza del Veneziacamp e l’incontro dal vivo  con alcuni dei partecipanti al blog degli Innovatori PA mi ha fatto cambiare radicalmente idea riguardo ai social network.

In pochi giorni (complice l’esser bloccato sul divano dalla distorsione al ginocchio) ho divorato i blog di gigi, michele, ernesto,  flavia. Ho aperto un account su youtube, slideshare, twitter, forusquare… (linkedIn e facebook c’erano già ma ben poco utilizzati)

Mi sono accorto che di tutto il mio lavoro degli ultimi due anni non avevo nulla da poter condividere e pubblicare.  In questo ultimo anno ho pensato spesso di avere un sacco di idee e non avere il tempo (o i soldi) per realizzarle… ma finché me le tengo per me non posso sapere se sono buone o meno.

Che i media digitali hanno cambiato la società è abbastanza chiaro, che questo cambiamento continua e può essere governato lo avevamo capito anche al convegno testimonidigitali

Quello che ho capito di nuovo, solo per il fatto di essere presente al VeneziaCamp è che l’innovazione sta dentro la nostra testa, ma occorre che le teste si trovino insieme, si parlino.

Qundo ho letto “Essere Digitali”, il web in italia era arrivato da un po’, impazzava il problema dei dialers e cominciava a farsi sentire lo spam. Certe affermazioni entusiastiche di Nicholas Negroponte mi facevano sorridere.

A conti fatti però Internet non ci ha semplificato la vita, anche se non credo di aver capito tutto di internet, so che non sono del tutto ingnorante, da oggi, anche con il blog posso esserci, e capirci qualcosa di più

Grazie a tutti

————————-

“E perché mai? Chi non è sapiente deve per forza essere ignorante? Non ti sei mai accorto che c’è una via di mezzo tra la sapienza e l’ignoranza?”

“E qual è?”

“Avere un’opinione giusta, senza però saperla giustificare. Questo non è vero sapere: come posso parlare di scienza, se non so dimostrare che è vero quello che penso? Ma non è neppure piena ignoranza, perché per caso la mia opinione potrebbe corrispondere ai fatti. L’opinione giusta è quindi, suppongo, simile a quel che dicevo: sta a metà strada tra la piena conoscenza e l’ignoranza”   – (Platone simposio